La scuola dell’infanzia nasce nel 1878 come luogo di assistenza di un gruppo di bambini del paese di Arceto. Il primo obiettivo era quello di offrire loro un po’ di assistenza e un pasto caldo a mezzogiorno (cosa abbastanza rara a quei tempi). Fin dall’inizio, questa scuola portò il nome di SEBASTIANO CORRADI (1503-1556) insigne letterato oriundo del paese, maestro di umanità.

Nel tempo l’offerta formativa della scuola si è trasformata da approccio assistenziale ad un approccio educativo. Oggi, nella nostra scuola di ispirazione cristiana, si valorizzano tutte le dimensioni strutturalmente connaturate nell’uomo, nella consapevolezza che l’intervento educativo deve promuovere la formazione di una personalità completa ed equilibrata anche in armonia coi principi della Costituzione della Repubblica Italiana.

Ci identifichiamo come scuola di democrazia, luogo “di tutti e per tutti“, aperta ai bambini le cui famiglie ne accettano il progetto educativo pur nel rispetto del vissuto di ogni singolo individuo (adulto-bambino) e in rapporto alle esigenze del territorio. La nostra Scuola di ispirazione cristiana fa propri gli ideali e i valori proposti, testimoniati e diffusi dal Vangelo. Tramite essi la centralità della persona costituisce il perno ispiratore della prassi educativa nella tutela e nel rispetto dell’integrità del soggetto educante, di ogni singola creatura, concepita nell’insieme dei suoi bisogni e di tutto il suo potenziale umano.  I valori della vita, dell’accoglienza, della condivisione, della solidarietà, della tolleranza, della pace sono i principi di ispirazione della scuola, in quanto favoriscono la maturazione dell’identità umana e cristiana della persona , ne sviluppano il senso di appartenenza, ne potenziano l’autonomia vera, conferendo significato ad azioni e comportamenti.

Per i bambini di diversa provenienza, nazionalità, lingua, cultura, la nostra scuola favorisce l’integrazione nel rispetto delle diversità di tradizioni, religioni, usi e costumi sempre in armonia con l’identità cristiana che la contraddistingue.
La scuola integra l’azione educativa della famiglia riconoscendola nella sua primaria funzione formativa sancita anche dalla Costituzione. Ai genitori si chiede di collaborare e compartecipare alla realizzazione del Progetto Educativo, attraverso la costruzione di un’alleanza educativa riconosciuta all’interno di reciproci ruoli che sappiano supportarsi vicendevolmente nelle comuni finalità educative, nel rispetto di ciascuno, nella prima affermazione del significato e del valore dell’Infanzia.